Ethernet più veloce del 75% sui vostri dispositivi grazie alla tecnologia "salva-tempo" PushPull: un clic e via!

Nei settori dell'industria e dell'automazione disponiamo di numerosissimi tipi di connettori, dalle forme e dimensioni diverse, per trasmettere dati, segnali e alimentazione via rame, nonché di svariati modelli per fibra ottica. Nei decenni, numerose sono state in questi campi le tipologie che si sono affermate: connettori quadrati, come ad es. le varianti 4 o 14, connettori circolari, modelli impermeabili, modelli non protetti, connessioni a vite, collegamenti a inserzione e molte altre ancora. A inserzione... per questo motivo il connettore a inserzione è chiamato, in termini colloquiali, semplicemente "connettore". Tutti li conoscono, sono presenti in qualsiasi dispositivo: aspirapolvere, smartphone e computer portatili. Basta inserire, premere e il collegamento è già stabilito. Tuttavia non è così che funzionano le cose nel settore industriale, dove prevalgono condizioni avverse.

Gas, liquidi o vibrazioni rappresentano fattori dagli influssi negativi, dai quali il collegamento deve essere protetto. Le guarnizioni impiegate a tale scopo nella custodia devono fornire perciò una chiusura a filo ad una determinata pressione per ottenere la tenuta.

Per collegare l'M12, il connettore attualmente più utilizzato, è necessario un utensile. Solo con l'ausilio di questo utensile il connettore può essere correttamente "serrato" e stretto con la coppia adeguata come richiesta dal grado di protezione IP65/67. Se si tratta di collegare poche interfacce, lo sforzo è ancora gestibile. Tuttavia un tecnico non deve perdere o dimenticare l'utensile.

Connettività di apparecchiature tramite tecnica PushPull, rettangolare o circolare, per ogni tipo di impiego.

Tuttavia c'è sempre l'evenienza che si debbano realizzare numerose connessioni per collegare armadi di comando o switch, in questo caso, molto del tempo necessario viene impiegato per le operazioni relativamente complesse di avvitamento dei connettori. Inoltre l'utensile richiede un certo spazio durante l'operazione di connessione e se il tecnico ha dimenticato l'utensile giusto o se il lavoro di assemblaggio viene eseguito da personale non istruito, allora possono verificarsi problemi. Solo l'utensile fornisce informazioni di ritorno sull'affidabilità del processo in relazione alla correttezza della connessione.

Il modello M12, originariamente un connettore con blocco a vite, viene utilizzato con successo già da due anni da HARTING come variante per applicazioni nel settore dei trasporti. Questo esito positivo conferma la politica  di HARTING, che adesso sta dotando tutta la gamma di connettori circolari M12 di compatibilità PushPull. Grazie a questo sviluppo i connettori maschi, i connettori femmina, i collegamenti su PCB e altri componenti M12 sono pronti per affrontare il futuro. Di conseguenza i tecnici e il personale addetto alla manutenzione saranno presto in grado di usufruire dei vantaggi dei connettori PushPull circolari. In questo tipo di connessione senza utensili, il rumore di un clic indica la connessione corretta e l'impaccamento sugli switch può, ad esempio, essere sensibilmente incrementato. In questo modo HARTING risponde all'attuale tendenza alla miniaturizzazione di I4.0 e quindi anche alle richieste dei produttori di apparecchiature, i cui involucri si stanno costantemente riducendo di misura.

Noi del gruppo tecnologico HARTING, in qualità di specialisti di lunga data nel campo dei connettori, stiamo ripensando il nostro motto originario: connettore - da connettersi. La vostra macchina o il vostro robot necessitano di un retrofit? Nessun problema! Semplicemente afferrate il connettore e tirate: il collegamento è subito rimosso.

Clic e via!

La tecnologia PushPull per la connessione di apparecchiature nell'eCatalogue